Endodonzia Chirurgica: Attuali Orientamenti

CORSO

08 Febbraio 2014

Bologna - Savoia Regency Hotel

L’Endodonzia Chirurgica si occupa principalmente del trattamento di lesioni che non rispondono o non possono essere risolte attraverso una terapia endodontica convenzionale. In presenza di un insuccesso endodontico, l’operatore dovrebbe riuscire a capire le cause responsabili del fallimento e valutare se esista la possibilità di correggere la terapia attraverso un ritrattamento ortogrado per via chirurgica oppure mediante il ricorso ad un trattamento combinato.

In varie situazioni cliniche è indicato il trattamento per via retrograda dopo scollamento di un lembo chirurgico: ad esempio, la complessità anatomica dell’endodonto che impedisce, talvolta, la totale decontaminazione batterica, le alterazioni dell’anatomia canalare originale (come perforazioni, stripping, riassorbimenti), le infezioni extraradicolari dove i batteri colonizzano la superficie esterna della radice. In tutte queste condizioni, dopo un’attenta diagnosi e selezione del caso, la scelta terapeutica potrà essere indirizzata verso la realizzazione di un accesso chirurgico mediante il quale si reseca l’apice radicolare procedendo, successivamente, alla sagomatura e alla otturazione del sistema dei canali radicolari per via retrograda.

Negli ultimi anni l’Endodonzia Chirurgica ha vissuto un’evoluzione nei materiali e nelle tecniche ed i risultati della letteratura più recente indicano che le percentuali di successo dei trattamenti per via retrograda sono maggiori rispetto al passato, soprattutto quando vengono impiegati sistemi d’ingrandimento fra i quali, in particolare, il microscopio operatorio.

Scopo del corso sarà di analizzare ogni fase della terapia chirurgica, dagli aspetti diagnostici alle giuste sequenze operative, all’utilizzo corretto e razionale dei materiali fino alle valutazioni prognostiche e delle variabili che possono influenzare il risultato. Attraverso video-filmati i due relatori evidenzieranno ogni fase del trattamento, cercando di dare indicazioni cliniche allo scopo di ridurre gli errori e le complicanze.